Dopo il nono mese – part.1

La prima volta che i miei occhi hanno visto un test di gravidanza positivo era il 15 febbraio 2013.

La sera precedente, S. Valentino, avevo deciso di preparare una cenetta per mio marito, ma io non mi sentivo bene, nulla veniva come avrei voluto (nello specifico le crepes) e piangevo con la padella in mano… il giorno dopo ho capito perché!

Provavamo da due o tre mesi ma il mio ovaio policistico e i miei cicli da sempre latitanti, mai mi avrebbero fatto pensare che sarebbe arrivata così in fretta!

Bianca allora era solo “fagiolino”, io avevo 26 anni e nessuna idea di cosa volesse dire essere madre.

Copia di IMG_1878
12 settimane di fagiolino

Bianca è la mia primogenita, è nata il 22 ottobre 2013, alle 9:57, dopo 41 splendide settimane nella mia pancia.

Lei mi ha reso madre e con lei sono state tutte le mie prime volte da mamma.

La prima ecografia, il primo battito di cuoricino, i primi calcetti, le prime poppate, le prime colichette, le prime pappe…

A detta di mia madre, anche con la mia prima figlia, non sono mai stata una mamma imbranata. In realtà un po’ mi ci sentivo… Avrà mangiato abbastanza? Il mio latte sarà sufficiente? Perché piange? E via di pesate prima e dopo la poppata… Insomma, normale amministrazione di una mamma alle prime armi.

Fortunatamente avevo a che fare con una neonata molto affabile, che mangiava facilmente al seno, dormiva quanto basta e faceva tante facce buffe.

IMG_2615

Fin da piccolissima è sempre stata una bambina molto solare e sorridente, ha frequentato l’asilo nido dagli 11 mesi e non ha mai pianto un giorno (a volte, ma perché non voleva tornare a casa!).

IMG_20160410_092828
Asilo nido anche a casa!

Crescendo ha mantenuto l’espansività ma ha anche dimostrato di essere molto indipendente, decisa e testarda. Insomma, non c’è modo di fregarla!

I “terrible two” sono diventati “terrible three” con la nascita della sorellina, con cui per fortuna è molto affettuosa. Con noi invece è un continuo tiro alla fune, che spesso mi porta a sera davvero esausta…

Quest’anno ha frequentato il primo anno della scuola dell’infanzia e nonostante non conoscesse nessun bambino le è bastata una settimana per stringere amicizia con i nuovi compagni, tutte le maestre (non solo le sue) e anche con i bambini delle elementari che sono nello stesso edificio. A differenza mia, non si può dire che sia timida!

Bianca è perennemente in movimento, che sia nuoto, giocodanza o semplicemente lanciarsi dal divano.

IMG_20160813_134941
Ogni tanto crolla anche lei, con indosso il tutù ovviamente!

Tutto ciò è accompagnato da una parlantina che non lascia tregua, dal primo minuto in cui si sveglia a quando va a dormire; a volte le capita di parlare anche nel sonno… e riconosco che ha preso da me!

Per quanto io mi lamenti del suo temperamento da peperino, so di essere molto fortunata perché è una bambina davvero brava, che conquista il cuore di chi la conosce… Poi si sa: fuori di casa, a scuola, con i nonni, sono sempre bravissimi, o sbaglio?

2 risposte a "Dopo il nono mese – part.1"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...